Led Grow Lights In Inverno!? 9 cose da fare

Led Grow Lights In Inverno!? 9 cose da fare

Tutti sanno che le luci di coltivazione a LED sono fantastiche in estate. Non tutti sanno che sono fantastiche anche in inverno!

Potrebbe essere necessario lavorare di più per controllare la temperatura, ma puoi aumentare la forza dei nutrienti e l'utilizzo di CO2. L'impatto sulla resa è incredibile.

Ecco qualche suggerimento per ottenere il meglio dalle luci a LED in inverno

1) Controlla la tua temperatura

Questo è ovvio in qualunque stagione: i misuratori di temperatura e umidità Air Comfort Wireless sono un'ottima opzione!

I dati vengono memorizzati nel sensore, quindi sincronizzati con un'app mobile. Tutti i dati in-app vengono tracciati in grafici, in modo da individuare rapidamente tendenze, cali e picchi di temperatura nell'ambiente.

Puoi utilizzare queste informazioni per capire quando:

  • Estrarre più aria
  • Accendere i riscaldatori
  • Attivare / disattivare gli umidificatori

Air Comfort - Sensore Wireless di Temperatura e Umidità - viola

Aircomfort è un sensore di temperatura e umidità utile non solo all'interno della casa, ma anche nelle industrie orticole e agricole. Ha vinto numerosi premi in

€ 37,60
Acquista ora

2) Procurati un riscaldatore con un termostato

La temperatura ideale in una grow room a LED è di 28°C.

In una Grow con illuminazione LED in inverno, potrebbe servirti un riscaldatore, idealmente, uno con un termostato. Tra i migliori suggeriamo il Riscaldatore Lighthouse per ambienti di medie e grandi dimensioni; il Pannello Riscaldante Pieghevole per grow box di piccole e medie dimensioni.

3) Monitorare la temperatura delle foglie

La temperatura ideale della foglia è 21°C - 23°C.

Per misurare la temperatura della tua foglia, puoi usare un termometro laser, che non costerà molto da acquistare. In una stanza da coltivazione questi strumenti sono inestimabili. Ti proponiamo il Termometro a infrarossi per la facilità della rilevazione o il più classico Termoigrometro con sonda da posizionare direttamente sulle foglie.

4) Convoglia il calore verso le tue piante (con circolatore d'aria)

I LED emettono calore. Ma è per lo più calore per convezione. Questo tipo di calore sale sopra l'unità, lontano dalle piante. In estate si estrae facilmente, il che è un bene. Tuttavia, in inverno, devi portarlo verso le piante. Un Ventilatore oscillante è una buona soluzione: manterrà l'aria nella tua grow room ben miscelata costantemente. Se stai aggiungendo CO2, aiuterà a distribuire anche questa in modo uniforme.

5) Aumenta la forza nutritiva

Quando la tua temperatura è più bassa, lo è anche la traspirazione. Di conseguenza, le piante hanno bisogno di meno acqua. Ciò significa che puoi permetterti di aumentare la tua forza nutritiva rispetto a quanto faresti usando le luci HID (HPS o MH) in inverno.

Tieni d'occhio la tua EC nei sistemi idroponici attivi e agisci di conseguenza aumentando i nutrienti. Nei sistemi di irrigazione passiva o manuale, controlla sempre le foglie per verificare che non ci siano segni di stress come una leggera bruciatura delle punte. Se inizi a vedere questo tipo di segnali, riduci la tua forza nutritiva di un paio di punti.

6) Aggiungi una lampada CDM o HPS

Entrambe sono luci calde. Emettono calore radiante, il tipo di calore che aiuta a mantenere calde le piante. Non è necessario sostituire del tutto i LED, basta aggiungere una luce CDM o HPS come luce supplementare.

Per assicurarti che la tua copertura della luce sia corretta hai queste opzioni:

  • OPZIONE A) Slot 1 x CDM o HPS tra 2 x luci LED
  • OPZIONE B) Slot 1 x LED tra 2 x CDM o luci HPS

7) Riduci il ricambio d'aria

Probabilmente ri-cambierai meno aria in inverno, ma quando utilizzi le luci di crescita a LED, devi assolutamente farlo. Se ritieni di aver bisogno di estrarre l'aria segui questi passaggi:

Passo 1

Moltiplica la lunghezza x la larghezza x l'altezza della tua tenda

La risposta è quanto spazio è coperto dalle tue luci di coltivazione

Esempio: In una tenda Mammoth Classic120 1,2m x 1,2m x 2m = 2,88 m3 che è l'area totale coperta dalle luci.

Passo 2

Moltiplicalo per 60. Questo ti dirà quanta aria dovresti estrarre ogni ora.

Esempio: Sempre dalla tenda Mammoth Classic120: 2,88 m3 x 60 = 172,8 m3

Quindi un Estrattore elicoidale da 10cm è la soluzione ideale per mantenere un giusto ricambio d'aria anche con le lampade a LED.

Passo 3

Per essere veramente precisi e miticolosi, puoi:

  • Aggiungere il 20% se si tratta di una soffitta calda
  • Aggiungere il 20% se si utilizza un filtro a carbone
  • Ridurre del 15% in un seminterrato fresco
  • Aggiungere il 20% per condotte lunghe oltre 2 metri

8) Aggiungi Co2

Massimizza i vantaggi dell’utilizzo di CO2 in una Grow Room a LED. Perché? Perché dovrai estrarre meno aria. Tutta la CO2 che aggiungi rimarrà in contatto con le piante più a lungo prima di essere estratta. Sarai anche in grado di raggiungere un livello di ppm di CO2 più elevato. È noto che la CO2 aumenta la fotosintesi, ovvero il modo in cui le piante producono zuccheri. Un aumento della produzione di zucchero migliora la crescita e rafforza le piante a tutto tondo. Alcuni coltivatori sfruttano la CO2 per abbreviare il loro ciclo di crescita. Anche piccoli aumenti di CO2 sono utili. Un livello ottimale di 1200 ppm può aumentare la resa fino al 20-30%!

9) Usa l'aria aspirata dall'interno della tua casa

L'aria esterna è fredda, il che non va bene in inverno. Soprattutto se stai usando luci LED nell Grow Room che non emettono tanto calore. Usa invece l'aria aspirata direttamente dall'interno della tua casa. Quest'aria è sicuramente più calda. Anche l'aria dall'interno della tua casa è molto più alta di CO2 (perché gli esseri umani espirano CO2 durante la respirazione). I livelli di CO2 all'interno della tua casa possono arrivare fino a 800 ppm, che è quasi il doppio dell'aria esterna!

Cosa stai cercando?